Storia delle macchine per la lavorazione del legno

Le macchine per la lavorazione del legno sono un tipo di macchina utensile utilizzata nel processo di lavorazione del legno per trasformare prodotti semilavorati in legno in prodotti in legno. L'attrezzatura tipica delle macchine per la lavorazione del legno è la macchina per la lavorazione del legno.

L'oggetto delle macchine per la lavorazione del legno è il legno. Il legno è la prima scoperta umana e l'uso di una materia prima, e l'uomo vive, cammina, con uno stretto rapporto. Gli esseri umani hanno accumulato una vasta esperienza nella lavorazione del legno per un lungo periodo di tempo. Le macchine utensili per la lavorazione del legno sono sviluppate attraverso la pratica di produzione a lungo termine delle persone, la scoperta continua, l'esplorazione continua e la creazione continua.

Nei tempi antichi, i lavoratori creavano e utilizzavano vari strumenti per la lavorazione del legno durante il loro lungo lavoro di produzione. Il primo strumento per la lavorazione del legno era la sega. Secondo i documenti storici, le prime "seghe in bronzo Shang e Zhou" furono realizzate durante le dinastie Shang e Zhou occidentale, più di 3000 anni fa. La più antica macchina utensile per la lavorazione del legno registrata nella storia straniera è il tornio ad arco realizzato dagli egiziani nel a.C. La segatrice originale, emersa in Europa nel 1384 con l'energia dell'acqua, dell'energia animale e dell'energia eolica per azionare la lama della sega in un movimento alternativo per tagliare i tronchi, è un ulteriore sviluppo delle macchine utensili per la lavorazione del legno.

Alla fine del XVIII secolo, nel Regno Unito nacquero le moderne macchine per la lavorazione del legno e negli anni 1860 iniziò la "Rivoluzione industriale" nel Regno Unito, con significativi progressi nella tecnologia di produzione dei macchinari e l'originale affidamento sul lavoro manuale nel settore industriale raggiunto la lavorazione meccanica. Anche la lavorazione del legno ha approfittato di questa opportunità per avviare il processo di meccanizzazione. Le invenzioni di S. Benthem, l'ingegnere navale britannico noto come il "padre delle macchine per la lavorazione del legno", sono le più notevoli. Dal 1791 in poi inventò la pialla piana, la fresatrice, la cavatrice, la sega circolare e il trapano. Sebbene queste macchine fossero ancora mal costruite con il legno come corpo principale e solo gli strumenti e i cuscinetti fossero in metallo, mostravano una grande efficienza rispetto al lavoro manuale.

Nel 1799, MI Bruner inventò una macchina per la lavorazione del legno per l'industria navale, che portò a un significativo aumento dell'efficienza. Il 1802 vide l'invenzione della pialla a portale da parte dell'inglese Bramah. Consisteva nel fissare la materia prima da lavorare sulla tavola, con il coltello pialla che ruotava sopra il pezzo e piallando il pezzo in legno mentre la tavola si muoveva reciprocamente.

Nel 1808, l'inglese William Newbury inventò la pialla a portale. Williams Newberry ha inventato la sega a nastro. Tuttavia, la sega a nastro non fu utilizzata a causa del basso livello di tecnologia disponibile all'epoca per la fabbricazione e la saldatura delle lame per seghe a nastro. Solo 50 anni dopo i francesi perfezionarono la tecnica di saldatura delle lame per seghe a nastro e la sega a nastro divenne un luogo comune.

All'inizio del XIX secolo, lo sviluppo economico degli Stati Uniti, un gran numero di immigrati europei si trasferì negli Stati Uniti, la necessità di costruire un gran numero di case, veicoli e barche, inoltre gli Stati Uniti hanno ricche risorse forestali questa condizione unica , l'ascesa dell'industria della lavorazione del legno, le macchine utensili per la lavorazione del legno sono state notevolmente sviluppate. 1828, Woodworth (Woodworth) inventò una pialla a pressa unilaterale, la sua struttura è un albero pialla rotante e un rullo di alimentazione Il rullo di alimentazione non solo alimenta il legno ma funge anche da compressore, consentendo di lavorare il legno allo spessore richiesto. Nel 1860 il letto in legno fu sostituito da uno in ghisa.

Nel 1834, George Page, un americano, inventò la pialla per legno. George Page ha inventato la mortasatrice e scanalatrice a pedale; JA Fag ha inventato la mortasatrice e scanalatrice; Greenlee ha inventato la prima fresatrice a scalpello quadrato nel 1876; la prima levigatrice a nastro apparve nel 1877 nella fabbrica americana di Berlino.

Nel 1900, gli Stati Uniti iniziarono a produrre seghe a nastro doppie.

Nel 1958, gli Stati Uniti esibirono macchine utensili CNC e 10 anni dopo, il Regno Unito e il Giappone svilupparono macchine per la lavorazione del legno CNC una dopo l'altra.

Nel 1960, gli Stati Uniti furono i primi a realizzare una cippatrice combinata.

Nel 1979, la società tedesca bandiera blu (Leits) ha realizzato un utensile diamantato policristallino, la sua vita è 125 volte superiore a quella degli utensili in metallo duro, può essere utilizzato per la lavorazione di pannelli truciolari impiallacciati in melamina estremamente duri, pannelli di fibra e compensato. Negli ultimi 20 anni, con lo sviluppo dell'elettronica e della tecnologia CNC, le macchine utensili per la lavorazione del legno adottano costantemente nuove tecnologie. 1966, Svezia La società Kockum (Kockums) crea il primo impianto di lavorazione del legno automatizzato controllato da computer al mondo. 1982, la società britannica Wadkin (Wadkin) ha sviluppato fresatrici CNC e centri di lavoro CNC; L'azienda italiana SCM ha sviluppato un sistema di lavorazione flessibile per macchine utensili per la lavorazione del legno. Nel 1994, l'azienda italiana SCM e l'azienda tedesca HOMAG hanno lanciato una linea di produzione flessibile per mobili da cucina e una linea di produzione flessibile per mobili da ufficio.

Dall'invenzione del motore a vapore fino ai giorni nostri di oltre 200 anni, l'industria delle macchine utensili per la lavorazione del legno nei paesi industrializzati sviluppati, attraverso il miglioramento continuo, il miglioramento, la perfezione, si è ora sviluppata in più di 120 serie. più di 300 varietà, diventano una gamma completa di industrie. I paesi e le regioni più sviluppati di macchine per la lavorazione del legno internazionali sono: Germania, Italia, Stati Uniti, Giappone, Francia, Gran Bretagna e provincia cinese di Taiwan.

Poiché la Cina era oppressa dall'imperialismo nei tempi moderni, il governo corrotto Qing attuò una politica a porte chiuse, che limitava lo sviluppo dell'industria meccanica. Dopo il 1950, l'industria cinese delle macchine utensili per la lavorazione del legno si è sviluppata rapidamente. 40 anni, la Cina è passata dall'imitazione, dalla mappatura alla progettazione e produzione indipendente di macchinari per la lavorazione del legno. Ora ci sono più di 40 serie, più di 100 varietà e ha formato un sistema industriale che include progettazione, produzione e ricerca e sviluppo scientifici.


Tempo di pubblicazione: 03 agosto-2021